Calabria

Centri vaccinali
0
Informazioni

Con DCA (Decreto del Commissario ad Acta) n° 268 del 31 ottobre 2023, la regione Calabria ha recepito il nuovo PNPV 2023-25, e ha confermato il DCA n. 32 del 07/04/2022[1], che aveva aggiornato il Calendario vaccinale come segue:

[1] DCA Calabria n°32 del 2022

Note al calendario

Nel 1° anno di vita:

  • Esavalente+Pneumococco+Rotavirus+ Meningococco B ad inizio del 3° mese (61° giorno di vita) ( in alternativa Meningococco B entro i successivi 15 giorni ma preferibilmente a distanza di una settimana)
  • Esavalente+Pneumococco+Rotavirus+ Meningococco B ad inizio del 5° mese (121° giorno di vita) ( in alternativa Meningococco B entro i successivi 15 giorni ma preferibilmente a distanza di una settimana)
  • Esavalente+Pneumococco ad 11 mesi compiuti

Sintesi Vaccinazione meningococco B nei primi due anni di vita. Schedula vaccinale a 2 dosi + 1 dose booster; include la possibilità della co-somministrazione di Esavalente + Pneumococco + MenB + Rotavirus. In alternativa somministrare Esavalente + Pneumococco + Rotavirus e, entro i successivi 15 giorni ma preferibilmente a distanza di una settimana, Men B. La dose booster di Men B sarà effettuata tra il 13° ed il 15° anche in cosomministrazione con MPRV e Men ACYW135.

Nel 2° anno di vita:

  • MPRVaricella o MPR + Varicella al 13° – 14° mese di vita
  • MeningococcoACWY al 13° – 14° mese di vita
  • Meningococco B dal 13° al 15° mese di vita

Al 6° anno:

  • Difterite – tetano – pertosse – poliosalk (DTPalPV o dTpalPV)
  • MPRV

Al 12° anno:

  • Papilloma (HPV) offerta attiva a due dosi nei soggetti di sesso femminile e di sesso maschile

Dal 12° al 18° anno:

  • Difterite – tetano – pertosse – poliosalk (dTpalPV)
  • MeningococcoACWY + Meningococco B a due dosi

A 25 anni:

  • Papilloma (HPV) offerta gratuita della vaccinazione alle donne non precedentemente vaccinate- Per le donne di età superiore offerta del vaccino in co-payment. Vaccinazione per le donne trattate chirurgicamente per le lesioni precancerose HPV correlate e per soggetti a rischio per determinati comportamenti o condizioni, tra cui i soggetti immunocompromessi con particolare raccomandazione per le persone con infezione da HIV di età compresa tra 22-26 anni

Dal 60° anno:

  • Antinfluenzale ogni anno

Al 65° anno:

  • Coorte per antipneumococcico seguito a distanza di almeno 2 mesi da PPV23 + vaccino anti-zoster RZV a due dosi

Al 70° anno:

  • Coorte per antipneumococcico seguito a distanza di almeno 2 mesi da PPV23 + e anti-zoster RZV a due dosi, se non effettuate al 65° anno.

Le vaccinazioni antinfluenzale, antipneumococcica, antimeningococcica, anti-zoster vanno effettuate gratuitamente nei soggetti a rischio anche al di fuori delle età previste in calendario. Chi ha diritto alla gratuità vaccinale mantiene tale diritto anche di effettuare la vaccinazione in ritardo rispetto al calendario.

Il DCA 268-2023 inoltre istituisce la cabina di regia regionale per il governo e l’attuazione del PNPV, costituita da un gruppo di esperti qualificati e da un coordinatore scientifico, individuato nel Dirigente del Settore n. 4 “Prevenzione e Sanità Pubblica” del Dipartimento Tutela della Salute e Servizi Socio-Sanitari. Dispone inoltre che:

  • i Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. regionali promuovano l’attivazione di punti vaccinali presso le strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate;
  • le direzioni sanitarie delle strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate adottino procedure/protocolli/PDTA per favorire la possibilità di vaccinazione ad operatori sanitari e a soggetti in follow up ambulatoriale per patologia e ricoverati presso le proprie strutture;
  • presso le RSA e le Case di riposo per anziani, sia garantita la vaccinazione dei pazienti, con il coinvolgimento rispettivamente dei Dipartimenti di Prevenzione territorialmente competenti e dei Medici di Medicina Generale;
  • sia estesa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale in tutta la popolazione pediatrica (6 mesi-14 anni);
  • tutti i medici specialisti, ospedalieri e territoriali, verifichino l’avvenuta vaccinazione dei propri assistiti nell’ambito della presa in carico per ricovero o per follow up ambulatoriale, indicando nei documenti clinici del paziente – quali ad esempio la lettera di dimissione o il piano assistenziale/terapeutico individuale – la necessità di effettuare le vaccinazioni previste per la condizione di rischio e/o di fragilità non ancora eseguite, specificandone tempistiche e modalità di somministrazione.

Come per altre Regioni esaminate, non è chiaro se MMG e PLS aderiscano o meno a qualche protocollo per le vaccinazioni ordinarie sul territorio. La Regione non ha peraltro risposto alla nostra richiesta di informazioni.


PUNTI VACCINALIMappatura centri vaccinali aggiornata al 27 aprile 2023

Il nuovo sito[1] della Regione Calabria non offre dettagli sui centri vaccinali regionali. Le informazioni reperibili si trovano semmai sulle pagine delle singole ASP, che in taluni casi (es ASP Catanzaro[2]) riportano sedi vaccinali e orari di apertura, mentre in altri (es ASP Cosenza[3]) il cittadino può trovare solo il nome del responsabile del centro vaccinale, senza alcun indirizzo o numero telefonico. Solo recentemente è stata creata una pagina[4] da cui scaricare l’elenco dei centri: anche qui, sebbene siano dettagliati gli orari di apertura, mancano quasi sempre indirizzi e recapiti telefonici.

[1] https://www.regione.calabria.it/website/

[2] https://www.asp.cz.it/dipartimenti/dipartimenti-area-sanitaria/dipartimento-di-prevenzione/servizio-di-igiene-pubblica/vaccinazioni/

[3] https://www.asp.cosenza.it/?p=Centri_Vaccinazioni

[4] https://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?28853