I luoghi delle vaccinazioni

Fatta eccezione per il recente virus Covid-19, per il quale sono state istituite durante l’emergenza pandemica strutture vaccinali ad hoc (i cosiddetti hub) ed estese solo recentemente e solo in alcune regioni le vaccinazioni anti-Covid anche alle Farmacie e ai Medici di famiglia, vediamo adesso dove è (o in teoria sarebbe) possibile effettuare le vaccinazioni routinarie, ovvero quelle obbligatorie e raccomandate per la popolazione.

  • Centri vaccinali: sono il luogo di vaccinazione per eccellenza. Situati presso strutture pubbliche che cambiano nome a seconda delle regioni (distretti sanitari, ambulatori di igiene pubblica, punti di vaccinazione, centri di salute, poliambulatori, ecc.), i centri vaccinali sono gestiti da operatori sanitari dei servizi territoriali. In linea generale, presso il centro vaccinale dovrebbero essere disponibili tutti i tipi di vaccinazione, infanzia, adolescenza, adulti e viaggiatori. Nella stragrande maggioranza dei casi si accede al centro vaccinale dietro prenotazione, di solito telefonica.
  • Centri di medicina dei viaggi: questi sono un sottoinsieme dei centri vaccinali. Non tutti i centri infatti (soprattutto quelli delle località periferiche) vaccinano i viaggiatori internazionali che si recano nei paesi a rischio, per malattie quali il colera, la febbre gialla, e altre che sono endemiche solo in determinate zone del pianeta. Raramente vi sono centri vaccinali specializzati esclusivamente per viaggiatori: più spesso sono alcuni dei centri più grandi che estendono il servizio anche a questo target.
  • Ambulatori pediatrici: sono i luoghi per natura più indicati per le vaccinazioni dell’infanzia e della prima adolescenza, poiché tutti i bambini vengono assistiti da un pediatra di libera scelta (PLS). Tuttavia, questa opzione, inaspettatamente, non è ancora molto diffusa in Italia.
  • Ambulatori dei Medici di famiglia: analogamente ai pediatri, i Medici di Medicina Generale (MMG) appaiono il luogo più naturale in cui vaccinare gli adulti e gli anziani. Nonostante la pratica non sia poi così diffusa su scala nazionale, recentemente si è allargato ai medici di famiglia il compito di vaccinare, oltre che contro l’influenza stagionale, contro il Covid; le altre vaccinazioni raccomandate per adulti e anziani (Pneumococco, Herpes Zoster, richiamo antitetano ecc.) fatta salva per qualche realtà regionale, per il momento sono ancora disponibili solo in altre sedi vaccinali.
  • Farmacie: sono state coinvolte solo recentemente (periodo di emergenza pandemica Covid) nel processo vaccinale. Aderiscono su base volontaria, stabilendo convenzioni con le ASL o le Regioni, e attualmente quelle aderenti offrono il vaccino Covid e/o quello antinfluenzale. Soltanto la Regione Marche sta attualmente sperimentando la vaccinazione per l’Herpes Zoster in farmacia.
  • RSA: con l’avvento della pandemia si è allargata sensibilmente la raccomandazione di vaccinare le persone fragili (anziani in particolare) all’interno delle strutture residenziali in cui sono assistite. Non in tutte le residenze sanitarie assistite però questa buona prassi viene seguita.
  • Reparti ospedalieri e/o ambulatori specialistici: l’esperienza della campagna vaccinale anti-Covid ha insegnato a vaccinare al di fuori dell’ambulatorio vaccinale. Sono stati infatti attivati i Centri Specialistici per la vaccinazione di particolari categorie a rischio come, per esempio, i diabetici, i dializzati o gli oncologici; si sono vaccinati negli Ospedali particolari gruppi a rischio che necessitavano della vaccinazione in ambiente protetto. Tuttavia, queste esperienze sono ancora minime, si riducono a pochi casi virtuosi, mentre sarebbe auspicabile, in particolare per i soggetti a rischio per patologia, essere non solo indirizzati alla vaccinazione dai propri specialisti di riferimento, ma anche vaccinati all’interno del proprio percorso di cura.
  • Istituti scolastici: ancora negli anni ’70 si vaccinava contro il vaiolo nelle scuole elementari. Dall’eradicazione di questa malattia la vaccinazione di massa negli istituti scolastici è finita. Sempre durante l’emergenza Covid, da diverse direzioni si è ventilata l’ipotesi di riproporre le scuole come luoghi di vaccinazione, ipotesi che al momento è stata giudicata non percorribile.

Scarica il vademecum

Abbiamo realizzato un vademecum con tutte le informazioni presenti su questo portale e molte altre. Scaricare gratuitamente il PDF

Visita il sito di Cittadinanzattiva
Scopri tutti i servizi offerti dall'organizzazione e le attività svolte