I LEA

Forse uno degli acronimi più belli dell’universo sanitario, per suono e per significato: LEA sta per Livelli Essenziali di Assistenza, vale a dire che si può parlare di assistenza solo a partire da qualcosa di essenziale, imprescindibile, indispensabile. Connaturata al significato stesso di assistenza, vi è la possibilità per quest’ultima di viaggiare in parallelo alle necessità, allineandosi alla nascita di nuovi bisogni riconosciuti come diritti esigibili, e adeguandosi alla realtà complessa e in continuo mutamento. Al momento della creazione di questa piattaforma, dopo sei anni di attesa è arrivato il via libera al decreto tariffe che rende applicabili i nuovi Livelli essenziali di assistenza. I Lea nella versione aggiornata erano stati approvati nel 2017, ma mai attuati per la mancanza, appunto, del decreto che definisce le tariffe dell’assistenza specialistica ambulatoriale e protesica.

L’applicazione dei nuovi Lea – che prevedono 2108 prestazioni rispetto alle 1702 della versione precedente, che risale al 1996 – avrà una tempistica distinta: dal 1° gennaio 2024 saranno applicate le tariffe della nuova assistenza specialistica ambulatoriale e dal 1° aprile 2024 quelle dell’assistenza protesica. Il Ministero della salute definisce così I Livelli essenziali di assistenza sanitaria (LEA): sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a garantire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di un ticket, con le risorse pubbliche raccolte attraverso la fiscalità generale (tasse). Oltre alle prestazioni incluse nei LEA, è previsto che le singole Regioni possano stabilire ulteriori prestazioni da erogare con stanziamenti propri.

Vengono individuati nei LEA tre grandi livelli:

Prevenzione collettiva e sanità pubblica, che comprende tutte le attività di prevenzione rivolte alle collettività ed ai singoli; in particolare:

  • sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive e parassitarie, inclusi i programmi vaccinali;
  • tutela della salute e della sicurezza degli ambienti aperti e confinati;
  • sorveglianza, prevenzione e tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • salute animale e igiene urbana veterinaria;
  • sicurezza alimentare – tutela della salute dei consumatori;
  • sorveglianza e prevenzione delle malattie croniche, inclusi la promozione di stili di vita sani ed i programmi organizzati di screening; sorveglianza e prevenzione nutrizionale;
  • attività medico legali per finalità pubbliche.

Assistenza distrettuale, vale a dire le attività e i servizi sanitari e sociosanitari diffusi sul territorio, così articolati:

  • assistenza sanitaria di base;
  • emergenza sanitaria territoriale;
  • assistenza farmaceutica;
  • assistenza integrativa;
  • assistenza specialistica ambulatoriale;
  • assistenza protesica;
  • assistenza termale;
  • assistenza sociosanitaria domiciliare e territoriale;
  • assistenza sociosanitaria residenziale e semiresidenziale.

Assistenza ospedaliera, articolata nelle seguenti attività:

  • pronto soccorso;
  • ricovero ordinario per acuti;
  • day surgery;
  • day hospital;
  • riabilitazione e lungodegenza post acuzie;
  • attività trasfusionali;
  • attività di trapianto di cellule, organi e tessuti;
  • centri antiveleni (CAV).

Per garantire l’aggiornamento continuo, sistematico, su regole chiare e criteri scientificamente validi dei Livelli essenziali di assistenza, è stata istituita la Commissione nazionale per l’aggiornamento dei LEA e la promozione dell’appropriatezza nel Servizio sanitario nazionale. Inoltre, con decreto del ministro della Salute del 21 novembre 2005 è stato istituito, presso il Ministero, il Comitato permanente per la verifica dell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (Comitato LEA), cui è affidato il compito di verificare l’erogazione dei LEA in condizioni di appropriatezza e di efficienza nell’utilizzo delle risorse, nonché la congruità tra le prestazioni da erogare e le risorse messe a disposizione dal Servizio Sanitario Nazionale. Dal 1 gennaio 2020 è operativo il Nuovo Sistema di Garanzia (NSG) che, grazie all’entrata in vigore del DM 12 marzo 2019, aggiorna il Sistema di Garanzia introdotto nel 2000 e rappresenta una svolta significativa nelle metodologie di monitoraggio dei LEA, sostituendo la cosiddetta “Griglia LEA”, in vigore fino al 2019.

Scarica il vademecum

Abbiamo realizzato un vademecum con tutte le informazioni presenti su questo portale e molte altre. Scaricare gratuitamente il PDF

Visita il sito di Cittadinanzattiva
Scopri tutti i servizi offerti dall'organizzazione e le attività svolte