Marche

Centri vaccinali
0
Informazioni

La Regione Marche, non avendo ancora recepito il PNPV 2023-25, riporta il calendario vaccinale del PNPV 2017-19 (recepito con DGR n° 458 del 15/05/22017).

In seguito, come avvenuto in tutte le altre regioni:

ha esteso l’offerta per la vaccinazione HPV, con la DGR 74 del 3/2/2020 (Clicca per saperne di più)
  • offerta attivamente a tutti i dodicenni di entrambi i sessi
  • raccomandata gratuitamente ai soggetti di qualsiasi età e di entrambi i sessi con le seguenti condizioni patologiche di rischio: infezione da HIV; altre condizioni di immuno-compromissione; pazienti trapiantati; donne che hanno subito trattamenti documentabili per lesioni HPV correlate
  • offerta attivamente e gratuitamente alle ragazze di 25 anni a partire dalla coorte di nascita 1996, non vaccinate in precedenza, in occasione della prima chi amata per lo screening del tumore del collo dell’utero

raccomandata, anche se in regime di compartecipazione alla spesa, in tutte le donne fino alla massima età indicata in scheda tecnica.

e le modalità di vaccinazione per l’Herpes Zoster (per l’introduzione del nuovo vaccino ricombinante) con la DGR 624 DEL 23/05/2022 (Clicca per saperne di più)

1. Coorte dei 65enni Rimane invariata l’offerta gratuita del vaccino vivo attenuato (ZLV), così come previsto dal PNPV 2017-2019 tutt’ora vigente, ai soggetti appartenenti alle seguenti categorie:

  • coorte d’età dei 65enni con chiamata attiva;
  • recupero dei soggetti che hanno compiuto 65 anni a partire dal 2017 (nati dal 1952) con offerta gratuita su richiesta

2. Soggetti di età > 50 anni con condizioni patologiche di rischio Offerta gratuita con richiesta del vaccino vivo attenuato (ZLV), alle persone con: diabete mellito; patologia cardiovascolare; malattie polmonari croniche non rientranti nel punto 3

3. Soggetti di età > 18 anni altamente fragili con rischio aumentato di HZ o di complicanze ad esso associate Offerta gratuita con richiesta del vaccino ricombinante adiuvato (RZV) alle persone con:

· Diabete mellito trattato con terapia insulinica o con almeno 2 farmaci ipoglicemizzanti o diabete con complicanze;

· Cardiopatie croniche con scompenso cardiaco in classe avanzata – NYHA III-IV, Pazienti postshock cardiogeno, portatori di dispositivi medici cardiaci impiantati attivi;

· Malattie respiratorie: Fibrosi polmonare idiopatica; Malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia;

· Marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici. In particolare sono incluse le seguenti condizioni (che potranno essere aggiornate sulla base di evidenze disponibili):    trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva; trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica); attesa di trapianto d’organo;  terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CAR-T); patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.); immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico o candidati a terapia immunosoppressiva (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.); dialisi e insufficienza renale cronica grave; infezione da HIV.

· Soggetti con recidive o con forme particolarmente gravi di Herpes Zoster

Il sito regionale, così come quello della ASUR, non riporta informazioni specifiche sulle vaccinazioni, a parte per il Covid-19. La regione Marche è presente anche sul portale VaccinarSì (https://www.vaccinarsi.org/connessi/vaccinarsi-regionali).

Calendario vaccinale

Note alla tabella

1. La terza dose va somministrata ad almeno 6 mesi di distanza dalla seconda La quarta dose va somministrata nel 5°-6°anno. Dopo il compimento dei 7 anni è necessario utilizzare la formulazione con vaccino antidifto-tetanico-pertossico acellulare di tipo adolescenziale adulto (dTpa).

2. I successivi richiami vanno eseguiti ogni 10 anni. Gli adulti con anamnesi incerta per un ciclo primario completo di vaccinazione con anatossina difterica e anatossina tetanica dovrebbero iniziare o completare una serie di vaccinazione primaria. In soggetti mai vaccinati o in assenza di opportuna certificazione vaccinale, usare il vaccino dT per le prime due dosi e il vaccino dTpa per la terza dose. Le prime 2 dosi devono essere somministrate a distanza di almeno 4 settimane l’una dall’altra e la terza dose 6-12 mesi dopo la seconda. I successivi richiami devono essere eseguiti ogni 10 anni (a partire dal completamento della serie primaria) con vaccino dTpa. Se un soggetto ha effettuato in maniera corretta la vaccinazione di base è sufficiente una dose di richiamo anche se sono trascorsi più di 10 anni dall’ultima dose. Nel caso della eventuale interruzione di qualsiasi ciclo vaccinale non bisogna iniziare nuovamente lo stesso ciclo o somministrare dosi aggiuntive di vaccino. Tale indicazione vale per qualsiasi altro vaccino.

3. L’utilizzo del vaccino combinato dTpa-IPV consente un’unica somministrazione.

4. Per i bambini nati da madri positive per HbsAg, somministrare entro le prime 12-24 ore di vita, contemporaneamente alle immunoglobuline specifiche antiepatite B, la prima dose di vaccino monovalente EpB; il ciclo andrà completato con una seconda dose di monovalente a distanza di 4 settimane dalla prima; a partire dalla terza dose, che deve essere effettuata dal 61° giorno, si segue il calendario con il vaccino combinato esavalente.

5. I bambini che iniziano la vaccinazione nel corso del secondo anno di vita devono eseguire 2 dosi; qualora iniziassero nel corso del terzo anno di vita è sufficiente una dose singola. Bambini e adulti con condizioni patologiche di rischio.

6. Nei soggetti anziani (≥65) la vaccinazione antipneumococcica con vaccino coniugato seguito dal vaccino polisaccaridico deve essere offerta attivamente alla coorte dei 65enni. Quindi nel 2017 i nati nel 1952, nel 2018 i nati nel 1953, nel 2019 i nati nel 1954, nel 2020 i nati nel 1955, etc. L’offerta attiva viene effettuata mediante la collaborazione dei MMG, attraverso la somministrazione diretta e/o l’invito attivo presso i centri vaccinali territoriali.

7. La sequenza di vaccinazione raccomandata è la seguente (i giorni sono puramente indicativi e riportati per maggiore chiarezza):

  • 1^ dose Esavalente + PCV ad inizio del 3° mese (61° giorno di vita)
  • 1^ dose Men B dopo 15 giorni da esavalente + PCV (76° giorno)
  • 2^ dose di Men B dopo 1 mese dalla prima dose di Men B (106° giorno)
  • 2^ dose esavalente + PCV dopo 15 giorni dalla seconda dose di Men B ad inizio del 5° mese di vita (121° giorno)
  • 3^ dose di Men B dopo 1 mese, ad inizio 6° mese di vita (151° giorno)
  • 3^ dose esavalente + PCV a 11 mesi compiuti o dose booster di Men B al 13°-15° mese

Per i bambini che iniziano il ciclo vaccinale tra 6 e 11 mesi: somministrare 2 dosi separate da almeno 2 mesi (immunizzazione primaria); somministrare una dose booster nel secondo anno di vita con un intervallo di almeno 2 mesi tra il ciclo primario e la dose di richiamo. Per i bambini di età compresa tra 12 e 23 mesi non precedentemente vaccinati: somministrare 2 dosi separate da almeno 2 mesi (immunizzazione primaria); somministrare una dose booster a distanza di 12- 23 mesi dal ciclo primario. Per i bambini di età compresa tra 2 e 10 anni: somministrare 2 dosi separate dal almeno 2 mesi; non è stata stabilita la necessità di una dose di richiamo. Per Adolescenti di età pari o superiore agli 11 anni: somministrare 2 dosi separate da almeno 1 mese; non è stata stabilita la necessità di una dose di richiamo. Men B deve essere offerto attivamente e gratuitamente ai soggetti a rischio di tutte le età.

8. Dose singola. La vaccinazione antimeningococcica con vaccino Men ACWY coniugato viene eseguita per coorte al 13°-15°mese di vita. Per la seconda coorte 11-18 anni si raccomanda che una dose di vaccino Men ACWY coniugato venga offerta attivamente sia ai soggetti mai vaccinati in precedenza sia ai bambini già immunizzati nell’infanzia con Men C o Men ACWY, o a soggetti con condizioni patologiche di rischio.

9. I bambini anamnesticamente negativi per varicella che effettuano la vaccinazione MPRV, dopo aver ricevuto una precedente dose di MPR, devono essere richiamati per ricevere una seconda dose di vaccino antivaricella monovalente (V) a distanza di 3 mesi (intervallo minimo 4 settimane).

10. La vaccinazione contro i rotavirus, somministrata per via orale, è raccomandata universalmente a tutti i bambini a partire dalla sesta settimana di vita ed è co-somministrabile con tutti gli altri vaccini previsti per l’età. Il ciclo vaccinale consiste in 2 o 3 dosi n funzione del vaccino utilizzato, distanziate da almeno 4 settimane; il ciclo vaccinale dovrebbe in ogni caso essere completato non oltre gli 8 mesi di vita.

11. Il dodicesimo anno di vita è l’età preferenziale per l’offerta attiva della vaccinazione anti-HPV sia nelle femmine che nei maschi. In funzione dell’età e del tipo di vaccino utilizzato la schedula prevede la somministrazione di 2 dosi (0, 5-13 mesi) per i soggetti fino a 14 anni inclusi o di 3 dosi (0, 1-2 e 6 mesi) per i più grandi. Inoltre raccomandata per fattori di rischio.

12. Una dose di vaccino deve essere offerta attivamente alla coorte dei soggetti di 65enni. Anche per soggetti a rischio > 50 anni.

13. Una dose annuale nei soggetti ≥65. Vaccinare con il vaccino stagionale i soggetti a rischio previsti dalla Circolare Ministeriale.

PROTOCOLLI con MMG, PLS e Farmacie

I PLS sono coinvolti esclusivamente nella vaccinazione antinfluenzale e Covid-19 dei bambini/adolescenti.

Per i MMG invece, oltre all’antinfluenzale, il protocollo prevede anche la somministrazione delle altre vaccinazioni degli adulti e la vaccinazione Covid.

Infine, nelle Farmacie aderenti, è possibile vaccinarsi per antinfluenzale e Covid-19. Inoltre, la DGR 1562 del 30 ottobre 2023 ha approvato l’accordo sperimentale per la somministrazione della vaccinazione anti Herpes Zoster in farmacia.


PUNTI VACCINALIMappatura centri vaccinali aggiornata al 9 maggio 2023