Sardegna

Centri vaccinali
0
Informazioni

Il sito della Regione Sardegna è stato aggiornato recentemente (2023) ed attualmente le informazioni operative riguardanti le vaccinazioni sono frammentarie e difficili da assemblare. La situazione informativa sul portale dedicato VaccinarSì, a cui la Sardegna aderisce, è ancora ferma al vecchio PNPV 2017-19, quindi non aggiornata.

Calendario Vaccinale

Con deliberazione N. 46/39 del 22.12.2023 la regione Sardegna ha recepito il nuovo PNPV 2023-25, ed ha adottato il relativo Calendario nazionale vaccinale quale “Calendario regionale vaccinale”, di seguito riportato:

Note al calendario
  1. RV: Ciclo vaccinale a 2 o 3 dosi in base al vaccino utilizzato, a partire dalla 6^ settimana di vita e da completarsi entro le 24 o 32 settimane di vita a seconda del prodotto utilizzato.
  2. PCV: Offrire la vaccinazione prioritariamente ai soggetti a rischio e alla coorte dei 65enni. L’offerta va eventualmente integrata con schedula sequenziale (PCV+PPSV) in funzione della tipologia di vaccino PCV utilizzato.
  3. MenB: la vaccinazione può essere iniziata non prima dei 2 mesi di età. La schedula indicata prevede comunque la seconda dose a non meno di due mesi dalla prima e la dose di richiamo ad almeno 6 mesi di distanza dalla serie primaria.
  4. Prima dose a 12 mesi compiuti. I bambini che hanno ricevuto una dose di vaccino MMR prima del loro primo compleanno devono ricevere altre due dosi (una dose a 12Ͳ15 mesi di età e un’altra dose separata da almeno 28 giorni).
  5. MenACWY: ad almeno 12 mesi compiuti.
  6. È possibile utilizzare dai 4 anni anche la formulazione tipo adulto (dTaP), a condizione che i genitori siano adeguatamente informati dell’importanza del richiamo all’adolescenza e che siano garantite elevate coperture vaccinali in età adolescenziale.
  7. Utilizzare la formulazione per adulto dTpa.
  8. HPV: 2 o 3 dosi in base all’età. La vaccinazione di recupero (catch up), è raccomandata per le donne almeno fino a 26 anni compiuti anche utilizzando l’occasione opportuna della chiamata al primo screening per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero, e per gli uomini almeno fino a 18 anni compresi, qualora non siano stati precedentemente vaccinati o non abbiano completato il ciclo vaccinale.
  9. dTpa: 1 dose ogni 10 anni.
  10. FLU: si vedano le raccomandazioni fornite annualmente con circolare del Ministero della Salute.
  11.  FLU: si vedano le raccomandazioni fornite annualmente con circolare del Ministero della Salute.
  12. HZV: il vaccino a virus vivo attenuato ZVL è somministrato in singola dose; il vaccino ricombinante adiuvato (RZV) è somministrato in due dosi a distanza di due mesi, e non più di sei (da 1 a 2 mesi nei soggetti che sono o che potrebbero diventare immunodeficienti o immunodepressi a causa di malattia o terapia). Offrire la vaccinazione prioritariamente ai soggetti a rischio a partire dai 18 anni di età e ogni anno alla coorte dei 65enni.

In precedenza erano state deliberate, come in molte altre regioni, estensioni della gratuità e dell’offerta per importanti vaccinazioni raccomandate, adeguando l’offerta in base alle indicazioni nazionali. In particolare (Delib.G.R. 50/46 del 28.12.2021 e Delib.G.R. 27/39 del 10.8.2023) l’offerta attiva e gratuita del vaccino anti HPV a tutte le 25enni non vaccinate, in occasione della chiamata per lo screening del tumore della cervice uterina; l’offerta gratuita a tutte le donne già trattate per lesioni precancerose HPV correlate, e l’offerta gratuita della vaccinazione anti HPV fino al compimento del 26esimo anno di età sia per le femmine, che per i maschi (per questi ultimi la gratuità è prevista a partire dalla coorte di nascita di introduzione – 2006).

PROTOCOLLI con MMG e Farmacie

In Sardegna i Pediatri di famiglia non sono coinvolti nelle vaccinazioni. MMG e Farmacie lo sono esclusivamente per le vaccinazioni contro Covid-19 e influenza stagionale.


PUNTI VACCINALIMappatura centri vaccinali aggiornata al 20 marzo 2023